CON LA PRIMAVERA PENSIAMO ALL’ORTO

Con l’arrivo della primavera è senz’altro piacevole e divertente dedicarsi al proprio orto: piccolo o grande, in giardino o in terrazzo..non importa;

1) L’importante è che sia sano.
Non è strettamente necessario avere a disposizione un grande terreno soleggiato per crescere frutti e ortaggi con successo. Anche solo un davanzale è sufficiente, ad esempio per erbe ed insalate. E’ invece fondamentale scegliere bene il terriccio: deve essere ricco, fertile ben arricchito con compost e ben drenato.

2) Un passo alla volta!
Chi inizia da zero può sentirsi sopraffatto dai dubbi: per evitarlo, meglio concentrarsi su una o due colture, imparare le necessità di ciascuna e impratichirsi con le tecniche; quando ci si sentirà sicuri si potranno aggiungere nuove specie.

3) Tutto inizia dalla terra
Come vi ho anticipato, la chiave per il successo di qualsiasi coltivazione è la preparazione del terreno. Dedicate del tempo alla terra, incorporando compost e materiale ammendante e spezzettatela se troppo compatta. Sarà pronta per ricevere le piantine o le semine quando sarà in tempra, cioè nè troppo dura nè friabile. Il lavoro svolto sul terreno vi ripagherà più avanti.

4) Contenitori rialzati
Valutate i contenitori rialzati, cioè porzioni di terreno che vengono contenute da assi o pali in legno a qualche decina di centimetri da terra, al fine di poter lavorare più agevolmente perchè ricordatevi sempre che la terra è bassa e soprattutto se non siete abituati il mal di schiena è terribile!

5) La scelta giusta
Moltissime verdure e piante da frutto si possono coltivare anche in vaso, in terrazzo o balcone: fatevi consigliare sulle specie più idonee in base al clima nel quale vivete. Io per esempio ho un ottimo risultato con le fragole, e tutte le erbe aromatiche che sono generalmente utili in cucina e molto resistenti. Il loro profumo inoltre è un piacere e un motivo in più per dedicarvi a loro.

6) Il raccolto è pronto! e ora?
presto vi accorgerete di quanto sia produttivo anche solo un fazzoletto di terra soprattutto se coltivato ad insalata e lattuga. Regalatela a chi non ha la fortuna di mangiare prodotti così freschi.
Ricordatevi di restituire alla terra tutti gli avanzi e gli scarti vegetali: li trasformerà in nuove sostanze nutritive.
BUON PRANZO e fatemi sapere cosa avete piantato nel vostro orticello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *